martedì 29 maggio 2018

Recensione: Patrick Brontё di James Senior

Buona sera brontёane/i,
stasera ho il piacere di parlarvi della mia ultima lettura riguardo la nostra famiglia di scrittori preferita e nello specifico su Patrick Brontё, padre delle tre amate sorelle della letteratura. Si tratta di una biografia diversa dalle solite, che ho avuto il piacere di leggere grazie alla traduttrice e curatrice del testo, Alessandranna D'Auria. Una chicca che potete trovare sia in cartaceo che in versione digitale su Amazon al costo di pochi euro.


“La grandezza dei figli dà lustro ai padri.”


Scritta da James Senior e tradotta per la prima volta in italiano da Alessandranna D’Auria, Patrick Brontё è il titolo di questa breve biografia che ha le caratteristiche di un racconto ma anche un po’ di un poema d’altri tempi nel quale, senza uscire dai ranghi e toccare le ben più note vite dei figli, l’autore ricostruisce le origini e la gioventù del padre delle sorelle Brontё.
Tra frasi arricchite di riferimenti letterari, biblici e versi poetici, intravediamo un ragazzino dai capelli rossi che da tessitore irlandese divenne vicario inglese. Tesseva e leggeva, Patrick Brontё, nella sua verde Irlanda ma scriveva anche poesie e pubblicò un romanzo, a dimostrazione del fatto che la scrittura era cosa di famiglia. Di bell’aspetto, uomo per bene, l’interesse per i libri e lo studio fecero di lui un uomo di chiesa fino a giungere in quell’isolata canonica nello Yorkshire, a Haworth, con una moglie malata e sei figli piccoli. Il resto lo conosciamo tutti ed è volutamente escluso da queste poche, essenziali pagine. I suoi primi amori, le sue opportunità, la sua eccentricità ma anche la sua onestà sono tutti elementi che compongono quest’effige e che ci aiutano a conoscere il carattere di un uomo che non poteva immaginare quanto in alto sarebbe arrivato il suo nome. Lo stile è elaborato e per questo può risultare non facile per il lettore odierno ma il racconto è seguito da un saggio esplicativo della traduttrice che con la sua penna certamente più moderna ne evidenzia alcuni aspetti e soprattutto ci aiuta a capire meglio punti nei quali è possibile scoprire ciò che sua figlia Charlotte Brontё ereditò da lui. Vi sono spunti, aneddoti, particolari che possiamo individuare ad esempio in ShirleyConsiglio questo breve testo agli appassionati brontёani come valido approfondimento e anche perché alcune lettere del reverendo Brontё, che mi ha fatto piacere scoprire, sono incluse alla fine del saggio a dimostrazione che, nel tramonto della sua esistenza terrena, l’austero padre, sopravvissuto a tutti i suoi figli, fu anche un uomo capace di tenerezza. 

Credits: A. D'Auria

“Ho vissuto abbastanza per seppellire una moglie adorata e sei figli e tutto quel che ho avuto, l’ho fortemente goduto in loro compagnia e conversando con loro e molti di loro erano nati per essere i migliori compagni. Ora sono tutti morti, la loro immagine e il ricordo restano e mi incontrano ogni volta”. 
Patrick Brontё



martedì 22 maggio 2018

Segnalazione: Cime Tempestose di Emily Brontë - ediz. Giunti/Bompiani

Carissime/i,
sono lieta di segnalarvi, per chi ancora non lo sapesse, l'uscita di una nuova collana di classici targati Giunti/Bompiani tra cui spicca anche una nuova edizione di Cime Tempestose di Emily Brontë davvero elegante.


Nella brughiera dello Yorkshire i contrasti tra gli abitanti di un'agiata dimora a fondo valle e quelli di una fattoria su un colle si abbattono con forza distruttiva sulle vite di Heathcliff e di Catherine. Gelosie, desideri di vendetta e passioni raccontati con abilità e realismo. Capolavoro della letteratura inglese, pubblicato nel 1847, e unico romanzo di Emily Brontë, "Cime tempestose" è un viaggio nei meandri di una tumultuosa, distruttiva passione impossibile. Una vicenda corale che unisce tratti romantici e toni gotici: una tappa irrinunciabile nella formazione letteraria e sentimentale di chiunque.

Puoi acquistare il romanzo Qui

lunedì 21 maggio 2018

Segnalazione: E sognai di Cime Tempestose. Viaggio nei luoghi del romanzo di Emily Brontë

Buon giorno brontëani,
per tutti gli amanti delle opere di Emily Brontë, in occasione del bicentenario dalla nascita avvenuta il 30 luglio 1818 è uscito il libro E sognai di Cime Tempestose. Viaggio nei luoghi del romanzo di Emily Brontë di Selene Chilla e Serena Di Battista, edito da Alcheringa Edizioni.  


L'obiettivo delle autrici di questo libro è quello di accompagnare il lettore attraverso i luoghi dell'Inghilterra che hanno ispirato Emily Brontë nella stesura del suo famoso Cime Tempestose. 
Frutto dell'esperienza diretta sul posto, dei contatti con gli abitanti del luogo, delle ricerche effettuate con il supporto di esperti e del materiale a disposizione dei membri della Brontë Society, il testo introduce Emily Brontë raccontandone la storia e il particolare attaccamento allo Yorkshire e alla brughiera. La scrittrice aveva un legame viscerale con la terra in cui era nata, e l'ispirazione che traeva dalla natura circostante era vitale ai fini del suo processo creativo. 
Le autrici vanno dunque alla ricerca di coincidenze e differenze tra la geografia del romanzo come architettata da Emily, e quella reale dei luoghi che l’hanno ispirata, raccontandoci il ruolo allegorico della brughiera, fino ad accompagnare il lettore all'interno di quegli edifici che hanno, secondo la tradizione, dato vita alle case degli Earnshaw e dei Linton: Ponden Hall e Top Withens.

Selene Chilla e Serena Di Battista sono amiche per la vita e creatrici di The Sisters’ Room, a Brontë Inspired Blog
Nate nel 1986, sono entrambe laureate in lingue. Si sono incontrate all’università di Roma Tre e hanno coltivato un amore profondo per la lingua, la letteratura e la cultura inglese. Il forte interesse e la passione per le sorelle Brontë e le loro opere le ha portate a voler scoprire sempre di più e a visitare di persona i luoghi dove sono vissute e che le hanno ispirate. 
L’idea del blog nasce nel 2015 per condividere tutto ciò che hanno imparato sull’affascinante mondo di queste tre sorprendenti autrici. 
The Sisters’ Room è il primo blog italiano-inglese interamente dedicato alle sorelle Brontë.

Puoi acquistare il libro Qui

giovedì 3 maggio 2018

Recensione: Emily Brontё di Agnes Mary Robinson

Buongiorno brontёani,
Oggi vi parlo della mia ultima lettura riguardo alle famose sorelle inglesi della letteratura ossia la prima biografia completa di Emily Brontё scritta da Agnes Mary Robinson nel 1883 e tradotta, 135 anni dopo, per noi lettori italiani, dalla Prof.ssa e studiosa brontёana Maddalena De Leo.
Agnes Mary Robinson (1857 – 1944) fu una saggista e una critica letteraria che si dedicò alla ricostruzione della vita di Emily Brontё con l’intento di restituire la giusta considerazione alla scrittrice di Haworth, ritenuta un personaggio scomodo negli ambienti letterari dell’epoca a causa del suo romanzo, Cime Tempestose, definito strano, sconcertante.
La biografia, edita da L’Argolibro, è un omaggio a Emily Brontё nell’anno (l’attuale) in cui si celebra il bicentenario della nascita.

"Disinteressata, testarda, nobile Emily Brontё (...) non avresti mai visto le cose più belle della vita. L'amore fraterno, la solitudine in libertà, la creatività non apprezzata sarebbero rimaste le tue gioie più grandi. Non ci sarebbe stato nessun palpito d'amore, nessun accenno di fama, nessun momento di piacere per te sulle ginocchia del destino. 
Né rosa né alloro sarebbero stati sparsi per te sulla tua bara."

Quando si parla di una delle sorelle Brontё è difficile, se non impossibile, non narrare di tutte loro o dell’intera famiglia, soprattutto se si tratta di Emily. Questa biografia non fa eccezione. Infatti, sin dall’introduzione sappiamo che Robinson ha utilizzato come fonte la celebre Vita di Charlotte Brontё scritta da Elizabeth Gaskell e alcune testimonianze come quella di Ellen Nussey (all’epoca ancora in vita), amica intima di Charlotte ma anche di Emily. L’opera pare dovesse essere dedicata proprio a Ellen, ma il disprezzo che Robinson riserva in queste pagine alla figura del povero Branwell Brontё pose fine a ogni tipo di rapporto tra la risentita fonte e la biografa.
Dall’infanzia spartana e isolata all’età adulta dove, insieme alle sorelle, visse molteplici delusioni per affermare la propria indipendenza, conosciamo una Emily Brontё mascolina, poco attenta alla moda, alta, dinoccolata, solitaria ma volenterosa; una natura forte e incontaminabile, passionale e dedita ai lavori più pesanti; la grande camminatrice delle brughiere, la poetessa che scriveva seduta sotto i rovi, il genio che non inseguiva alcun tipo di fama e che mai conobbe in vita; il suo amore per la terra e per gli animali, il suo malessere esistenziale e fisico provato lontano dalla canonica e dalla brughiera dove il suo spirito si sentiva a casa, fino alla stesura di quell’unico romanzo, Cime Tempestose, che le ha reso l’immortalità. Una donna coraggiosa, con poca esperienza del mondo ma dotata di grande compassione che riservò in special modo al fratello afflitto, disperato e infine perduto, Branwell. 
Agnes Mary Robinson riesce a trasmettere tutto ciò in modo chiaro e dettagliato, ma se da una parte ci riempie il cuore con alcuni dei versi più toccanti di Emily e l’analisi dei fattori che la portarono a comporli, dall'altra sembra accanirsi sulla figura di Branwell Brontё quale membro della famiglia indegno e degenerato, risultando un po’ ridondante e ripetitiva. 
Fulcro davvero interessante della sua analisi di Cime Tempestose è, a mio parere, la maternità/presunta paternità del romanzo che taluni ipotizzarono potesse essere stato scritto da Branwell anziché da Emily. Oggi sappiamo che, per diversi motivi, non andò così e che l’infelice Branwell fu il modello che ispirò la penna di Emily dalla quale nacquero Heathcliff e il suo dannato amore.
Un capitolo è dedicato all'omaggio di sua sorella Charlotte, quando, seppur in abiti assai diversi, ne ritrasse il carattere in Shirley. Infine la sua morte stoica. Lo spezzarsi di quelle catene terrene che Emily tanto aveva sopportato in vita e che suscitano un così puro rispetto nel lettore assorto. 
In conclusione, non posso che consigliare questa biografia, la più vicina all'epoca in cui lei visse, perché Emily Brontё fu la voce della brughiera, un lieve sussurro al suo tempo, un'eco portata dal vento e arrivata fino a noi oggi, forte, fortissima, duecento anni dopo.


"Da ciò che è forte si ricava quel che è dolce, e il miele migliore proviene dalle campanule."

mercoledì 4 aprile 2018

Agnes Mary Robinson - Emily Brontë La prima biografia completa

Carissimi Brontëani buongiorno, 
oggi sono lieta di presentarvi un vero gioiello entrato da poco nella mia libreria, la prima biografia completa di Emily Brontë scritta da Agnes Mary Robinson (1857 - 1944), tradotta e curata dalla Prof.ssa Maddalena De Leo, rappresentante italiana della Brontë Society, ed edita da L'argolibro


Dopo Storie di Geni e di Fate, la Professoressa Maddalena De Leo pubblica con L’ArgoLibro una nuova chicca imperdibile per gli amanti dell’ “universo brontëano”: in occasione del bicentenario della nascita di Emily Brontë, per la prima volta è stata tradotta in italiano la prima biografia completa esistente, scritta da Agnes Mary Robinson e pubblicata nel 1883.


La stessa Robinson è stata artista e donna di cultura conosciuta a livello internazionale: poetessa, saggista, scrittrice, critico letterario e traduttrice, è nata in Inghilterra nel 1857 ma ha vissuto in molti paesi, compresa l’Italia, morendo in Francia nel 1944. 
La De Leo, nella particolareggiata nota che apre l’opera, tra l’altro sottolinea: “È nell’energica introduzione che la Robinson spiega lo scopo di quello che sarà il suo lavoro: riscattare e far apprezzare Emily dopo anni di silenzio e disistima. Si sofferma sul fatto che sia morta prima di avere anche il benché minimo plauso dal mondo.”





Quella della Robinson è una biografia corposa, ricca di particolari attraverso i quali possiamo meglio conoscere gli ambienti, gli affetti, i contrasti, le delusioni, gli slanci artistici di una famiglia sicuramente speciale. L’autrice ci fa “entrare” in casa Brontë, in un certo senso, come ospiti graditi che sanno rispettare i padroni di casa.
La traduzione di Maddalena De Leo, docente di inglese e punto di riferimento della Brontë Society di cui fa parte fin dal 1975, ci restituisce al meglio tutte le sfumature di una biografia appassionante come e più di un romanzo.

 


Sinossi:
La biografia scritta da Agnes Mary Robinson nel 1883 viene tradotta qui in lingua italiana per la prima volta a distanza di centotrentacinque anni dalla sua pubblicazione e in occasione de bicentenario della nascita di Emily Bronte.Con un linguaggio altisonante oggi un po' desueto, a volte dettagliato e satirico e spesso improntato alla solidarietà umana, la biografia arricchisce di similitudini quella che è la descrizione del carattere libero, anticonvenzionale e scontroso di Emily Bronte, di cui ammira incondizionatamente la poesia descrivendone per un intero capitolo le caratteristiche e riportando quelli che considera i versi migliori fra i pochi in verità sino ad allora conosciuti.È nell'energica introduzione che la Robinson spiega lo scopo di quello che sarà il suo lavoro: riscattare e far apprezzare Emily dopo anni di silenzio e disistima. Si sofferma sul fatto che sia morta prima di avere anche il benché minimo plauso dal mondo, elogia Emily e la sua opera confutando con veemenza la presunta paternità di Branwell e dandone alcune valide motivazioni.Chiedendosi quale potesse essere l'origine di Wuthering Heights Mary Robinson propose quello che è il quesito che ha sempre dominato tutte le biografie dedicate a Emily Bronte sino ai giorni nostri, e cioè da dove fosse scaturita l'ispirazione creativa che è alla base del romanzo.


Autrice:  Agnes Mary Robinson
Cura e traduzione di Maddalena De Leo
Titolo:  Emily Brontë – La prima biografia completa
Editore: L’ArgoLibro
Codice ISBN: 978-88-94907-25-4
Anno di pubblicazione: 2018 
Numero pagine: 234
Copertina: a colori, cartoncino brossurato con alette
Formato: 16x24
Prezzo di copertina euro 15,00 
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 
Per contattare Maddalena De Leo:  deleom@tiscali.it 


Acquista la biografia QUI

Ringrazio L'Argolibro per la copia.



giovedì 8 febbraio 2018

Patrick Brontë di James Senior

Buongiorno cari bronteani,
oggi vi segnalo la prima biografia in lingua italiana sul reverendo Patrick Brontë, padre delle nostre tre amate sorelle, scritta da James Senior e tradotta e curata da Alessandranna D'Auria


Patrick Brontë, padre di Charlotte, Branwell, Emily e Anne, dai campi verdi dell’Irlanda delle antiche ballate, sposa la discendente di un pirata, Maria Branwell dando vita a una progenie di scrittori sfortunati in vita ma immortali nella fama letteraria. Un tocco di follia, un po’ di eccentricità, talvolta una vena passionale che mai avremmo immaginato.

Disponibile in ebook e cartaceo su Amazon

mercoledì 7 febbraio 2018

Scritti vari di Anne ed Emily Brontë

Buonasera bronteani,
stasera vi presento due piccole chicche che potete trovare in ebook su Amazon: A soul so near divine: Le carte di Anne Bronte e Re Harold prima della battaglia e altri scritti di Emily Brontë, tradotte da Sara Grosoli.




Una raccolta di scritti che illuminano la forza intellettuale e morale di Anne Brontë.







«Avrebbe dovuto nascere uomo, diventare un grande navigatore» disse di lei il suo professore. In questa raccolta possiamo leggere i saggi scritti da Emily Brontë durante la sua cruciale esperienza formativa a Bruxelles.